L’Unione Nazionale Protezione Antiaerea.

La città si prepara all’emergenza

L’Unione Nazionale Protezione Antiaerea, fondata nel 1934 con l’obiettivo di assicurare la protezione dei civili nelle situazioni di emergenza, è l’unità operativa pronta a intervenire in caso di bombardamento. L’UNPA stabilisce il suo ufficio operativo in via Mondatora, 4 (oggi n. 10), nel pieno centro di Modena. Da qui viene coordinato il lavoro delle squadre di primo intervento che sono chiamate a portare soccorso fin dai momenti immediatamente successivi alle incursioni aeree, insieme alle squadre organizzate dal partito fascista e dislocate nei Gruppi rionali e alle squadre organizzate all’interno delle fabbriche.

Modena è divisa in sei zone di intervento con relative squadre di primo soccorso, per le quali, in stretta collaborazione con il CPPA, l’UNPA organizza esercitazioni periodiche, garantisce continui rifornimenti degli equipaggiamenti e dei materiali necessari a permettere il soccorso alla popolazione e emana le norme da rispettare per agire in modo tempestivo ed efficace durante le incursioni aeree.

Rappresentazione grafica dei servizi da attivare per garantire la protezione antiaerea.

[Archivio di Stato di Modena, Fondo Prefettura, b. 744]