Modena di fronte alla guerra

Il Comitato Provinciale di Protezione Antiaerea (CPPA)

Nel corso del conflitto presso la Prefettura è attivo il Comitato Provinciale di Protezione Antiaerea (CPPA), che ha il compito di coordinare ogni aspetto relativo alla protezione della città dalle incursioni nemiche. In seguito all’entrata dell’Italia in guerra il CPPA entra in azione per occuparsi della distribuzione delle maschere antigas e di vigilare sulla corretta costruzione dei rifugi, sia all’interno degli edifici privati sia nei luoghi pubblici e nelle fabbriche.

Con l’intensificarsi del conflitto anche il CPPA assume un ruolo sempre più centrale: si occupa del coordinamento delle squadre di pronto intervento, chiamate a prestare soccorso subito dopo i bombardamenti, e di quelle che hanno il compito di raccogliere gli ordigni inesplosi. Il CPPA è direttamente coinvolto anche nella gestione delle attività per lo sgombero delle macerie, nella segnalazione dei danni, nell’organizzazione del lavoro per prestare soccorso ai feriti e nell’identificazione dei deceduti.

Esercitazione per la protezione antiaerea.

[Biblioteca civica d’arte e architettura Poletti di Modena – Fondo Tonini]